Sintesi del nostro studio di mercato

Il mercato globale della pizza ha subito fluttuazioni a causa della pandemia COVID-19 e della guerra in Ucraina, che hanno avuto un impatto sia sulla domanda che sulla produzione. In mezzo alle crisi sanitarie e alle chiusure, il mercato ha registrato un calo significativo, con una diminuzione del 7,8% tra il 2020 e il 2021, al di sotto dei valori pre-pandemia dell'8,7%. Tuttavia, il mercato sta mostrando capacità di recupero. Nel 2023 il mercato mondiale della pizza ha raggiunto un valore complessivo pari a 148.6 miliardi di dollari. L'urbanizzazione, l'aumento del reddito disponibile e la comodità della consegna a domicilio sono fattori chiave che compensano gli effetti negativi delle interruzioni della catena di approvvigionamento dovute alle tensioni geopolitiche. Il Nord America domina con una valutazione di 56 miliardi di dollari nel 2021, seguito dall'Europa occidentale con 49 miliardi di dollari.

il cambiamento delle preferenze dei consumatori e l'ascesa della consegna dei pasti nel mercato italiano della pizza

Il mercato italiano della pizza rimane resistente e dinamico nonostante le sfide globali. Il cambiamento delle preferenze dei consumatori, in particolare dei giovani, e il significativo passaggio ai servizi di consegna dei pasti sono in prima linea in questa dinamica di mercato.

I consumatori italiani, che consumano tra i 7 e i 9 kg di pizza a persona ogni anno, attribuiscono sempre più importanza alla qualità degli ingredienti utilizzati nel loro piatto preferito. Sono disposti a pagare di più per pizze che contengono ingredienti di qualità provenienti da agricoltura sostenibile, riflettendo una crescente tendenza al consumo etico nell'industria alimentare in generale.
Certificazioni come Slow Food sono diventate garanzie preziose per i consumatori che attribuiscono importanza non solo al gusto, ma anche all'origine e ai metodi di produzione del cibo. I Millennials, un gruppo demografico chiave nato tra i primi anni '80 e la metà degli anni '90, sono particolarmente influenti nelle nuove tendenze del mercato della pizza. Questa fascia d'età, che rappresenta un segmento significativo della popolazione, acquista spesso prodotti surgelati, infatti, la pizza si colloca al quarto posto tra le preferenze dei consumatori di alimenti surgelati. 

La popolarità dei servizi di consegna dei pasti è cresciuta in modo esponenziale e la pizza, con la sua facilità di trasporto e il suo ampio appeal, è particolarmente adatta a questa tendenza. Di conseguenza, una parte significativa del mercato della pizza si è adattata a questo modello. Innovazioni come i contenitori riscaldati per le consegne e la proliferazione di app come Glovo confermano che la comodità e l'accessibilità sono fondamentali per i consumatori di oggi. In effetti, l'Italia è al terzo posto per numero di ordini di pizza effettuati tramite il servizio di consegna di Glovo, sottolineando la posizione dominante del prodotto nel settore della consegna di cibo.

La flessibilità e l'adattabilità del mercato italiano della pizza è dimostrata dalle variazioni di spesa. La spesa media mensile familiare degli italiani per la pizza ha registrato alti e bassi, con cifre attuali che si attestano intorno agli 11 euro.

Alcuni dei principali attori analizzati

  • Italpizza: nota per la sua impressionante produzione giornaliera di pizze, Italpizza è un titano della produzione di pizza surgelata. Il suo impegno nel coniugare convenienza e qualità le ha permesso di diventare un nome familiare, fornendo un'ampia gamma di pizze diverse.
  • Roncadin: Seguendo le orme di Italpizza, Roncadin sta consolidando la sua presenza sul mercato grazie a un ritmo di produzione sorprendente e al senso di innovazione. L'azienda è orgogliosa di offrire una gamma di pizze surgelate accessibili e autentiche, che le consentono di mantenere un vantaggio competitivo sul mercato.
  • Margherita S.r.l.: altro protagonista del segmento delle pizze surgelate, Margherita S.r.l. si distingue per l'attenzione all'equilibrio tra efficienza produttiva ed eccellenza del gusto. Offre una gamma di prodotti che soddisfano non solo i gusti classici, ma anche chi cerca un'esperienza gastronomica in una pizza surgelata.
  • Gino Sorbillo Antica Pizzeria: la catena artigianale Gino Sorbillo rappresenta la quintessenza della tradizione pizzaiola napoletana. Con diversi stabilimenti in tutto il mondo, questa pizzeria riesce a riprodurre il gusto autentico delle sue famose pizze, dimostrando che le tecniche tradizionali possono competere su scala globale.
  • Antica Pizzeria Da Michele nel mondo: un altro nome famoso della pizza napoletana artigianale, Antica Pizzeria Da Michele, ha coltivato una presenza internazionale, dimostrando che l'autentica pizza napoletana supera i confini. La dedizione della pizzeria ai metodi tradizionali testimonia il suo costante impegno per la qualità.
  • Alice Pizza al Taglio: specializzata nella pizza alla romana, Alice Pizza promuove la cultura del taglio, distinguendosi per l'importanza che attribuisce agli ingredienti di alta qualità e alla lavorazione artigianale. Il franchising dà priorità alla formazione e alla qualità, assicurando che ogni trancio servito con il suo nome soddisfi i suoi elevati standard.
Ottieni informazioni essenziali
per comprendere questo mercato

Contenuto dettagliato dello studio di mercato

Informazioni

  • Pagine : ~ 40 pags
  • Formato : Versione PDF e digitale
  • Ultimo aggiornamento : 07/03/2024
Dettaglio degli aggiornamenti

Riepilogo ed estratti

1 Panoramica del mercato

1.1 Definizione e presentazione

In Italia, la pizza rappresenta molto più di un semplice piatto: è un simbolo della cultura e della tradizione culinaria del paese, un elemento di orgoglio nazionale che si è diffuso in tutto il mondo adattandosi a gusti e stili diversi. Tuttavia, nonostante le numerose varianti internazionali, l'Italia rimane la culla dell'autentica pizza, con una diversità e una qualità ineguagliabili. La tradizione pizzaiola italiana si esprime attraverso una ricca varietà di impasti, dimensioni, formati e tecniche di cottura, ciascuno con le sue specificità e radici in differenti regioni del paese. Il segmento delle pizze surgelate e degli impasti pronti all'utilizzo è in forte espansione. I produttori di pizze surgelate hanno investito significativamente nella ricerca e nello sviluppo per offrire prodotti che si avvicinano il più possibile alla qualità di una pizza fatta in pizzeria. Questo include l'uso di ingredienti di alta qualità, l'adozione di tecniche di lievitazione lenta per l'impasto e l'impiego di forni a legna o pietra per la cottura prima della surgelazione, per mantenere il gusto autentico e la consistenza desiderata.

Nel 2023 il mercato mondiale della pizza ha raggiunto un valore complessivo pari a 148.6 miliardi di dollari. Nel medio-lungo periodo è prevista una crescita del settore. Per il 2023-2032 il mercato dovrebbe espandersi ad un tasso di crescita annuale composto (CAGR) pari al 4.45% in virtù del quale lo stesso potrebbe raggiungere a fine periodo un valore totale pari a 219.9 miliardi di dollariPer quanto riguarda il segmento delle pizze surgelate, nel 2023 il mercato mondiale viene stimato a 17.6 miliardi di dollari. Anche in questo caso è prevista una crescita del comparto. Per il periodo 2023-2032 è previsto un tasso di crescita annuale composto (CAGR) superiore a quello del mercato generale e pari al 5.3%. A fine periodo il mercato mondiale delle pizze surgelate potrebbe raggiungere un valore complessivo pari a 28 miliardi di dollari.

Questo studio si concentra sul mercato specifico della pizza in Italia, analizzando le tendenze di consumo, le dinamiche competitive e le prospettive di crescita del settore. Per informazioni su mercati correlati si consiglia di consultare gli specifici studi disponibili nel catalogo Businesscoot.

1.2 Mercato mondiale della pizza

 Nel **** il mercato mondiale della pizza ha raggiunto un valore complessivo pari a ***.* miliardi di dollari. Nel medio-lungo periodo è prevista una crescita del settore. Per il ****-**** il mercato dovrebbe espandersi ad un tasso di crescita annuale composto (***) pari al *.**% in virtù del quale lo stesso potrebbe raggiungere a fine periodo ...

1.3 Cifre chiave del mercato della pizza in Italia

Al fine di analizzare il mercato italiano della pizza vengono analizzati tre differenti aspetti: la spesa totale delle famiglie per l'acquisto di pizza e quiche, la spesa annuale delle famiglie per i servizi di ristorazione e il valore della produzione venduta di pasti pronti (***). 

Per quanto riguarda il primo aspetto, tra ...

1.4 Le conseguenze del conflitto russo-ucraino

Lo scoppio del conflitto russo-ucraino nel febbraio del **** ha comportato, tra le altre cose, un incremento generale degli indici dei prezzi. Il comparto relativo al consumo e alla produzione di pizza non risulta esente. Considerando l'indice dei prezzi al consumo per pizza e quiches, tra gennaio **** e febbraio **** si registra un ...

2 Analisi della domanda

2.1 La domanda in Italia

La pizza rappresenta uno dei piatti più amati dalla popolazione italiana, tanto che l'**% della popolazione colloca la pizza come il simbolo culinario della tavola nazionale, superando addirittura la pasta, che si ferma all'**%. (***) Nel **** il **% della popolazione italiana afferma di aver consumato pizza almeno una volta alla settimana. * italiano su ...

2.2 I driver della domanda

Analizzando i fattori che influenzano la scelta degli italiani quando si parla di pizza, nel **** l'**% della popolazione afferma di dedicara particolare attenzione alla qualità degli ingredienti mentre il **% si concentra sulla provenienza degli stessi. Lievitazione e sostenibilità accomunano il **% e il **% della popolazione mentre l'utilizzodi farine ottenute da grani antichi ...

2.3 Distribuzione geografica della domanda

Al fine di visualizzare la distribuzione geografica della domanda di pizza in Italia sono state create due mappe: la prima propone la distribuzione geografica della spesa media mensile delle famiglie per ristoranti e bar; la seconda analizza invece la distribuzione della spesa media mensile delle famiglie per pizza e quiche.

In ...

3 Struttura del mercato

3.1 Principali caratteristiche del mercato

I dati pubblicati dal Cna relativi all'anno **** mostrano come siano presenti sul territorio italiano ***.*** esercizi specializzati nella produzione e vendita di pizza, tra pizzerie, pizzerie d'asporto, bar, ristoranti, panetterie, gastronomie e rosticcerie. Benchè il numero sia sigificativo, il settore ha subito un calo nel biennio ****-****, di *.*** unità con una flessione ...

3.2 I principali attori

Catene e franchising

Alice Pizza: fondata a Roma nel **** da Domenico Giovannini e ha rapidamente espanso la sua presenza, contando oggi oltre *** negozi tra Italia e estero. Questa rete testimonia l'evoluzione di un marchio che ha posto le basi per un nuovo standard nel settore della pizza al taglio, grazie all'attenzione ...

3.3 La distribuzione

 La vendita al dettaglio di pizze pronte, surgelate e impasti pronti per la pizza avviene principalmente all'intero della Grande Distribuzione Organizzata, dove gli attori non solo distribuiscono lo zucchero dei principali produttori bensì commerciano zucchero sotto il proprio marchio. Tra il **** e il **** il numero totale di imprese attive nella GDO ...

4 Analisi dell'offerta

4.1 Tipologia dell'offerta

In Italia, la pizza rappresenta molto più di un semplice piatto: è un simbolo della cultura e della tradizione culinaria del paese, un elemento di orgoglio nazionale che si è diffuso in tutto il mondo adattandosi a gusti e stili diversi. Tuttavia, nonostante le numerose varianti internazionali, l'Italia rimane la culla dell'autentica pizza, ...

4.2 I prezzi

Analizzando l'indice dei prezzi al consumo per i pasti in pizzeria si evidenzia tra il **** e il **** un incremento pari a **.* punti. Questo significa che nell'arco di * anni i prezzi al consumo per un pasto in pizzeria sono cresciuti in media del **.*%. Tuttavia, mentre tra il **** e il **** l'incremento si attesta ...

5 Regolamento

5.1 La legislazione

Ristorazione ed esercizi simili

Decreto Legislativo ** marzo **** n. **: che attua la direttiva ****/***/CE relativa ai servizi nel mercato interno, regolando l'accesso ed esercizio delle attività di servizi, comprese quelle di ristorazione. D.M. ** dicembre **** n. ***.: che stabilisce requisiti di sorvegliabilità per i locali adibiti a pubblici esercizi, inclusi i ristoranti. In ...

6 Posizionamento degli attori

6.1 Segmentazione

  • Alice Pizza al Taglio
  • Rossopomodoro (Gruppo Sebeto s.p.a)
  • Pizzium
  • L' Antica Pizzeria Da Michele in The World
  • Italpizza
  • Roncadin s.p.a
  • Margherita S.r.l
  • La Pizza+1 s.p.a

Elenco dei grafici presentati in questo studio di mercato

  • Mercato della pizza
  • Mercato della pizza, ripartizione per area geografica
  • Mercato della pizza surgelata
  • Valore della produzione venduta di altri pasti preparati (inclusa la pizza congelata ma esclusa la pizza fresca)
  • Spesa annuale delle famiglie per l'acquisto di pizza e quiches
Mostra di più Nascondere

Tutti i nostri studi sono disponibili online e in PDF

Ti invitiamo a consultare un esempio del nostro lavoro di studio su altri mercato!

Una domanda su questo studio ?   +39 380 247 7810

ultime novità

Si scalda l’m&a sul food. Anche Alice Pizza pronta al riassetto - 28/03/2024
  1. **Cessione prevista:** Idea Taste of Italy sta trattando la cessione della catena Alice Pizza.
  2. **Interessati all'acquisto:** Tra i pretendenti c'è il private equity Clessidra, noto per investimenti nel settore food&beverage.
  3. **Exit di Dea Capital:** Previsto nel corso del 2024, considerato da esperti di m&a come una delle operazioni attese.
  4. **Durata dell’investimento:** Dea Capital ha mantenuto l’investimento in Alice Pizza per circa 5 anni.
  5. **Proprietà di Alice Pizza:** Idea Taste of Italy deteneva il 70% di Me&Alice Srl dal marzo 2019, che poi si è evoluta in Alice Pizza S.p.A.
  6. **Punti vendita:** Alice Pizza ha poco meno di 200 punti vendita, metà dei quali a gestione diretta.
  7. **Ricavi gestione diretta:** Alice Pizza Negozi, controllata per la gestione diretta, ha registrato 34 milioni di euro di ricavi nel 2022.
  8. **Accordi di affiliazione:** Include una joint venture al 50% con Only the Food e un accordo quadro con Chef Express per lo sviluppo nel settore travel.
  9. **Giro d'affari stimato:** Circa 100 milioni di euro attribuiti ad Alice Pizza.
  10. **Altri investimenti di Dea Capital:** Investimento recente nella catena Legami.
Pizzium e Crocca, ricavi per 43,5 mln € (+45%). 12 aperture nel 2024 - 11/03/2024
  1. Pizzium e Crocca hanno mostrato una notevole crescita nel 2023, con ricavi complessivi di 43,5 milioni di euro, segnando un aumento del 45% rispetto all'anno precedente.
  2. Pizzium ha registrato ricavi per 39,5 milioni di euro nel 2023, il che rappresenta un aumento del 38% rispetto al 2022.
  3. Crocca ha generato ricavi per 4 milioni di euro.
  4. Il margine EBITDA del gruppo è stato del 20%.
  5. Nel 2023, sono stati aperti 15 nuovi ristoranti, portando il totale dei punti di consumo in Italia dei due brand a 52.
  6. Per il 2024, è prevista l'apertura di altri 12 ristoranti: circa 2/3 saranno a marchio Pizzium e 1/3 a marchio Crocca.
  7. Tra le nuove aperture di Pizzium ci saranno locali a Trieste, Alessandria, Rimini e Ferrara. Crocca aprirà due nuovi locali a Milano.
  8. Stefano Saturnino e Giovanni Arbellini sono proprietari del 60% del capitale societario, mentre il restante 40% è stato acquisito nel 2021 dal fondo Equinox.
  9. Non è previsto un IPO (Initial Public Offering) per il gruppo nel breve termine, a causa dell'assenza di problemi di liquidità. 
  10. Per il momento, l'espansione internazionale di Pizzium e Crocca è stata messa in attesa, con una possibile riconsiderazione dopo il 2025 quando il fondo Equinox uscirà dal capitale del gruppo.
Pizzium sbarca in Friuli Venezia Giulia: aperto il primo locale in regione - 05/03/2024
  • **Localizzazione e apertura**: Il locale Pizzium ha aperto a Trieste, il primo nel Friuli Venezia Giulia e il 46esimo del brand. L'apertura è avvenuta lunedì 4 marzo in Riva Grumula 2/A angolo Via dei Burlo 1/A.
  • **Capacità e design del locale**: Progettato per accogliere 81 ospiti, modulato in 2 sale con un design che evoca una casa napoletana, attingendo alla tradizione partenopea pur mantenendo un'identità moderna e accogliente.
  • **Offerta culinaria**: La pizza di Pizzium segue la tradizione napoletana con impasto a lunga lievitazione, utilizzando grani con aggiunta di germe di grano. Il menu include pizze regionali, ciascuna ispirata ai sapori e prodotti tipici delle diverse regioni italiane. La pizza “Friuli Venezia Giulia” combina Prosciutto crudo San Daniele DOP e scaglie di Montasio DOP.
  • **Storia del brand**: Fondato nel 2017 a Milano da Stefano Saturnino e Giovanni Arbellini, Pizzium ha reinventato la pizza napoletana enfatizzando le eccellenze delle materie prime italiane. La catena si è espansa a oltre 45 locali in Italia, mantenendo un ponte tra la tradizione napoletana e la valorizzazione dei prodotti regionali italiani.
  • **Filosofia e valorizzazione delle materie prime**: L'impegno di Pizzium nella scelta di ingredienti DOP e IGP per esaltare le tradizioni culinarie regionali italiane, attraverso una varietà di pizze che rappresentano le diverse regioni d'Italia.
ROSSOPOMODORO, NUOVO STORE ALLA GALLERIA ALBERTO SORDI DI ROMA - 29/02/2024
  • **Brand**: Rossopomodoro 
  • **Specializzazione**: Pizza e cucina tipica napoletana 
  • **Nuova Apertura**: Galleria Alberto Sordi di Roma 
  • **Periodo di Apertura Previsto a Roma**: Tra fine aprile e inizio maggio 2024 
  • **Progresso 2023**: - 9 nuove aperture tra locali diretti e in franchising 
  • Aperture significative a: 
    • Outlet di Vicolungo (in partnership con Autogrill) 
    • Perugia Collestrada 
    • Bergamo Orio Center 
    • Cascina Merlata 
    • Centro di Como 
    • All'estero: due ristoranti dentro Eataly a New York (Soho) e Toronto, Canada, una nuova apertura a Malta (la terza sull'isola) e una a Praga -
  • **Espansione per il 2024**: Rafforzamento della partnership con Areas Spagna, con aperture previste a Ibiza e all'aeroporto internazionale di Barajas a Madrid - Ingresso nel mercato francese con il nuovo brand fast casual ‘Rossopomodoro La Bottega’ nell’aeroporto di Friburgo Basel-Mulhouse - Ulteriori lanci previsti a Parndorf e Salisburgo in Austria, nelle Filippine e a Copenaghen nel secondo semestre del 2024 - Continuità dell'espansione in collaborazione con Eataly
Italpizza acquisisce da Nestlé lo stabilimento di Caudry (Francia) dove veniva prodotta la pizza surgelata Fraich’up a marchio Buitoni - 06/02/2024
  • **Fondata**: 1991
  • **Sede**: Modena, Italia 
  • **Proprietà**: Controllata da Cristian Pederzini tramite la holding Dream Foods srl 
  • **Acquisizioni recenti**: 
    • Pizza Artesana Malgrat (17 ottobre 2022) 
    • Mantua Surgelati (2022) 
    • Antico Forno a Legna (novembre 2020) 
    • Stabilimento di Caudry, Francia (dal gruppo Nestlé, data non specificata) 
  • **Investimenti**: 
    • Emissione di un minibond da 20 milioni di euro nel marzo del 2021, sottoscritto da Unicredit e garantito al 70% da Sace 
    • Investimento di oltre 12 milioni di euro per l'ammodernamento dello stabilimento di Caudry (2024-2028) 
    • Investimento di circa 5 milioni di euro nello stabilimento di Antico Forno a Legna 
  • **Fatturato**: - Quasi 400 milioni di euro, con il 60% derivante dai mercati esteri 
  • Dettagli 2022:
    • quasi 200 milioni di euro, con il 60% sui mercati esteri in 54 Paesi 
    • **EBITDA** (2022): 8,3 milioni di euro 
    • **Indebitamento finanziario netto** (2022): 16,7 milioni di euro 
    • **Dati operativi**: - Oltre 1.700 addetti - Capacità produttiva annua di 435 milioni di pizze 
  • Presenza industriale in Europa con 6 stabilimenti che riforniscono clienti in 60 Paesi 
  • Obiettivo di assunzione di circa 140 addetti entro il 2028 per lo stabilimento di Caudry 
  • **Strategie e obiettivi**: - Internazionalizzazione e rafforzamento della presenza industriale in Europa, soprattutto nel Nord Europa e nel Regno Unito - Riduzione dei costi di logistica e razionalizzazione della produzione per aumentare la capacità produttiva
ROSSOPOMODORO SPINGE SUL DIGITALE E SUL PROXIMITY ADVERTISING NELLA SUA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE - 20/12/2023
  • **Investimento nel Digitale per il 2024**: Rossopomodoro ha pianificato un investimento economico "notevole" per il 2024, con un focus sulla presenza digitale e sul proximity advertising. 
  • **Numero di Ristoranti**: Rossopomodoro gestisce circa 120 ristoranti pizzerie, situati nei centri storici delle principali città italiane e in vari luoghi di interesse turistico, oltre ad avere presenze internazionali in paesi come Stati Uniti, UK, Danimarca, Malta. 
  • **Target di Cliente**: La catena mira a confermarsi leader nel segmento della pizza e cucina napoletana, puntando su famiglie e bambini, ma prevedendo anche iniziative per attirare millennials e GenZ. 
  • **Conoscenza dei Clienti**: Un obiettivo chiave è acquisire una conoscenza più profonda dei clienti tramite un nuovo sistema di CRM, per personalizzare servizi e offerte in base alle loro abitudini e preferenze. 
  • **Strategia di Comunicazione Digitale**: Circa il 40% della spesa totale di Rossopomodoro è dedicata al digitale, privilegiando la comunicazione in prossimità dei singoli ristoranti e la creazione di sinergie tra esperienza digitale e fisica.
  • **Iniziative Natalizie 2023**: Per il Natale 2023, Rossopomodoro ha lanciato un Kids Menu in collaborazione con Disney e una campagna relativa alle cene aziendali di fine anno, con attività di Team Building.
  • **Partner per la Comunicazione**: L'agenzia Hub09 è stata scelta per gestire la creatività di Rossopomodoro su tutti i canali di comunicazione, inclusi i social media e le attività nei ristoranti. Hub09, insieme al gruppo Stardust, ha anche sviluppato progetti di influencer marketing dedicati alla catena.

Aziende citate in questo studio

Questo studio contiene un panorama completo di società di mercato con le ultime cifre e le notizie di ogni azienda :

Alice Pizza al Taglio
Rossopomodoro (Gruppo Sebeto s.p.a)
Pizzium
L' Antica Pizzeria Da Michele in The World
Italpizza
Roncadin s.p.a
Margherita S.r.l
La Pizza+1 s.p.a

Perché Scegliere Questo Studio :

Accedi a più di 35 ore di lavoro

I nostri studi sono il risultato di oltre 35 ore di ricerca e analisi. L'uso dei nostri studi ti consente di dedicare più tempo e aggiungere valore ai tuoi progetti.

Approfitta di 6 anni di esperienza e oltre 1.500 studi settoriali già prodotti

La nostra competenza ci consente di produrre studi completi in tutti i settori, inclusi i mercati di nicchia o emergenti.

Il nostro know-how e la nostra metodologia ci consentono di produrre studi con un valore unico di denaro

Accedi a diverse migliaia di articoli e dati a pagamento

BusinessCoot ha accesso all'intera stampa economica a pagamento e ai database esclusivi per svolgere studi di mercato (+ 30.000 articoli privati e fonti).

Al fine di arricchire i nostri studi, i nostri analisti utilizzano anche indicatori Web (semrush, tendenze, ecc.) Per identificare le tendenze in un mercato e strategie aziendali. (Consulta le nostre fonti a pagamento)

Supporto garantito dopo l'acquisto

Una squadra dedicata al servizio post-vendita, per garantirti un alto livello di soddisfazione. +39 380 247 7810

Un formato digitale progettato per i nostri utenti

Accedi a un PDF ma anche una versione digitale per i nostri clienti. Questa versione consente di accedere a fonti, dati in formato Excel e grafica. Il contenuto dello studio può quindi essere facilmente recuperato e adattato per i tuoi supporti.

Le nostre offerte :

il mercato della pizza | Italia

89 €
  • Quali sono i dati relativi alle dimensioni e alla crescita del mercato?
  • Cosa sta influenzando l'andamento e l'evoluzione del mercato?
  • Qual'è il posizionamento degli attori di mercato?
  • Segmentazione e profilo delle aziende operanti nel mercato
  • Dati e numeri da una molteplicità di fonti

Pacchetto di 5 studi (-15%) IT Italia

75.6 € / studi
378 € Invece di 445 € -15%
  • 5 rapporti a 75,6 € IVA esclusa per studio da scegliere dal nostro catalogo italiano per 12 mesi
  • Risparmiare il 15% sugli studi aggiuntivi acquistati
  • Scegliere il rimborso del credito non utilizzato al termine dei 12 mesi (durata del pacchetto).

Consulta i termini e le condizioni del pack e del rimborso del credito non utilizzato.

Aggiunte e aggiornamenti

  • 07/03/2024 - Lo studio è stato completamente aggiornato da un analista Businesscoot. Oltre a questa revisione completa sono state aggiunte informazioni relative al mercato e al consumo delle pizze surgelate oltre che ad una panoramica sui principali attori nel settore con i rispettivi fatturati.

Riferimenti dei nostri clienti

Hanno consultato i nostri studi Scopri le opinioni (+500)

Malcolm Vincent
Linkedin logo

Malcolm Vincent

Astoria Finance

Gregoire de Castelnau
Linkedin logo

Gregoire de Castelnau

Stags Participations

Timothé Huignard
Linkedin logo

Timothé Huignard

PWC

Paul-Alexis Kebabtchieff
Linkedin logo

Paul-Alexis Kebabtchieff

BCG

Aymeric Granet
Linkedin logo

Aymeric Granet

Publicis Consultant

Interviste e clienti CAS Tutte le interviste e i casi dei clienti (45)

La pépite Interview

BFM Business

Paul-Alexis Kebabtchieff

Boston Consulting Group

Marie Guibart

Kea Partners

Elaine, Durand

Crédit Agricole, Information & Veille

Philippe Dilasser

Initiative & Finance

Anne Baudry

Metro

Amaury Wernert

Kroll (Duff & Phelps)

Smart Leaders Interview

B-Smart

Hai delle domande?
Il nostro team è a tua disposizione a   +39 380 247 7810