Sintesi del nostro studio di mercato

Il mercato globale delle emittenti radiofoniche ha mostrato una crescita costante, con un valore che è passato da 83,74 miliardi di dollari nel 2022 a 87,31 miliardi di dollari previsti nel 2023, con un CAGR del 4,3%, e si prevede che raggiungerà 100,64 miliardi di dollari entro il 2027 con un CAGR del 3,6%. Il settore radiofonico italiano riflette questa traiettoria positiva, in quanto gli investimenti pubblicitari nel dicembre 2022 sono aumentati del 2,0% rispetto all'anno precedente, per un importo di circa 36 milioni di euro e un totale di circa 370 milioni di euro per l'anno, con un aumento dell'1,7% rispetto al 2021. Tuttavia, il settore radiotelevisivo ha registrato un calo del 4,5% degli investimenti totali nel 2022, pari a 3,9 miliardi di euro rispetto ai 4,1 miliardi di euro del 2021. La pandemia COVID-19 ha modificato i luoghi di ascolto: l'ascolto domestico è passato dal 47,9% pre-pandemia al 70,9% e l'utilizzo dei dispositivi per la radio è aumentato. Le tendenze del mercato puntano anche verso la digitalizzazione, con la popolarità delle web radio e dei podcast, che forniscono contenuti on-demand e raggiungono un pubblico globale al di là dei limiti delle trasmissioni locali tradizionali.

Tendenze della domanda del mercato radiofonico in Italia

La radio rimane un mezzo di comunicazione importante in Italia, anche se le abitudini e i dati demografici degli ascoltatori stanno cambiando. Il mercato delle trasmissioni radiofoniche ha registrato uno spostamento del pubblico più giovane verso i servizi di streaming e i podcast. Ciononostante, la radio mantiene la sua popolarità soprattutto tra le fasce demografiche più anziane. Il territorio italiano presenta una forte concentrazione di emittenti radiofoniche nelle regioni meridionali, con il Lazio che vanta la maggiore presenza. La domanda di contenuti radiofonici è fortemente orientata verso i generi pop contemporaneo, musica per adulti, rock, musica alternativa e indie. Una tendenza critica del mercato radiofonico è il calo degli ascolti tra i giovani, in particolare tra i 14 e i 25 anni. D'altro canto, il mercato ha registrato un'impennata nel consumo di podcast. Tra il 2021 e il 2022, il numero di ascoltatori di podcast in Italia è cresciuto di circa il 7%, raggiungendo tra i 15 e i 20 milioni. Il luogo preferito per l'ascolto della radio è tradizionalmente l'automobile, con quasi il 74% degli ascoltatori che si sintonizza dal proprio veicolo. Tuttavia, dopo la pandemia, si è registrata una crescita significativa dell'ascolto a casa. Questo spostamento è accompagnato da un cambiamento nei dispositivi utilizzati per l'ascolto, con un aumento dell'uso dei dispositivi domestici.

In termini di dati socio-demografici, il numero di ascoltatori maschi e femmine presenta solo una leggera differenza, con il numero più consistente di ascoltatori che rientra nella fascia di età tra i 45 e i 54 anni. Tra le categorie professionali, i manager e i dirigenti sono in cima alla classifica con 5-7 milioni di ascoltatori. RTL 102.5 è in testa alla classifica delle radio più ascoltate, con oltre sei milioni di ascoltatori giornalieri, seguita da vicino da Radio Dimensione Suono con quasi 5,5 milioni di ascoltatori giornalieri. Le motivazioni che spingono gli ascoltatori a sintonizzarsi sulla radio sono diverse: quasi la metà la considera un mezzo per rilassarsi, mentre percentuali simili ascoltano la loro musica preferita o migliorano il loro umore. La radio è anche un mezzo di informazione affidabile, che fornisce aggiornamenti su questioni locali e di attualità e contribuisce a creare un senso di comunità tra gli ascoltatori. Nel complesso, mentre le piattaforme digitali e i servizi on-demand come i podcast stanno guadagnando terreno, la radiofonia tradizionale mantiene la sua posizione di forza nel mercato italiano, adattandosi ed evolvendosi per soddisfare le diverse esigenze del suo pubblico.

I principali attori del panorama radiofonico italiano

  • Gigante della radiodiffusione pubblica: RAI - Radiotelevisione italiana La RAI, l'azienda radiotelevisiva pubblica italiana, occupa una posizione di rilievo nel mercato offrendo un servizio pubblico completo. Gestisce diversi marchi radiofonici, tra cui Radio Rai 1, Radio Rai 2, Radio Rai 3, Isoradio e Gr Parlamento, che offrono una ricca varietà di contenuti, dalle notizie all'attualità, dai programmi culturali alla musica.
  • Leader della radio commerciale: R.T.I S.p.a R.T.I S.p.a, parte del Gruppo Mediaset, ha un'attenzione significativa nel segmento commerciale. Le sue controllate, tra cui Radio 105, Virgin Radio Italy e R101, offrono un mix entusiasmante di musica popolare, successi contemporanei e programmi di intrattenimento che si rivolgono a un pubblico eterogeneo.
  • Pioniere dei contenuti: Elemedia S.p.a Elemedia S.p.a è nota per le sue emittenti come Radio Deejay, Radio Capital e M2O. Queste emittenti si sono guadagnate un seguito fedele grazie all'offerta di musica di tendenza, talk show coinvolgenti e altri contenuti innovativi in grado di entrare in risonanza con le diverse fasce demografiche degli ascoltatori.
  • Hub degli appassionati di musica: Radio Dimensione Suono (RDS) Radio Dimensione Suono si è guadagnata un posto nel cuore degli amanti della musica grazie al suo affascinante mix di ultime hit e brani classici. Nota per il suo forte legame con la comunità e per la sua capacità di mantenere il pubblico in contatto con il mondo della musica, RDS è un punto fermo per chi ama sintonizzarsi sul linguaggio universale delle melodie.
  • Radio comunitaria evangelista: Radio Maria Radio Maria rappresenta il settore delle radio comunitarie, operando su base no-profit. È un'emittente incentrata sulla fede che ha raggiunto una vasta portata sia a livello nazionale che internazionale. Offre contenuti spirituali, preghiere e discussioni religiose che forniscono conforto e connessione comunitaria al suo pubblico.

Ognuno di questi attori apporta un valore unico al mercato radiofonico italiano, creando un ambiente dinamico e arricchito da contenuti che soddisfano i diversi gusti e preferenze degli ascoltatori. Dalla vasta copertura e dal significato culturale della RAI alle esperienze uditive mirate di entità commerciali come R.T.I ed Elemedia, fino al prezioso servizio alla comunità fornito da Radio Maria, il panorama radiofonico italiano è vibrante e inclusivo, sostenendo il fascino senza tempo della radio nell'era digitale.

Ottieni informazioni essenziali
per comprendere questo mercato

Contenuto dettagliato dello studio di mercato

Informazioni

  • Pagine : ~ 40 pags
  • Formato : Versione PDF e digitale
  • Ultimo aggiornamento : 27/02/2024
Dettaglio degli aggiornamenti

Riepilogo ed estratti

1 Panoramica del mercato

1.1 Definizione e presentazione

La parola "radio" si riferisce al mezzo con cui i contenuti audio vengono trasmessi in tempo reale in diverse aree geografiche. La radio è considerata uno dei mezzi di comunicazione di massa più diffusi. I diversi tipi di radio sono

  • Radio analogica: è la forma classica che prevale ancora oggi.
  • Radio digitale: questa categoria comprende la televisione digitale terrestre o satellitare e la web radio.
  • Radio satellitare: radio trasmessa attraverso la rete satellitare. 

A livello mondiale, si prevede che Il mercato globale delle stazioni radio passerà da 83,74 miliardi di dollari nel 2022 a 87,31 miliardi di dollari nel 2023, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 4,3%.

Secondo i dati ISTAT facenti riferimento al codice ateco: 60.10.00 sulle "Trasmissioni radiofoniche", si contano nel 2021 un numero di trasmissioni totale pari a 709. La distribuzione delle emittenti radiofoniche sul territorio italiano è in buona parte concentrata nell’Italia meridionale. Poco meno di quattro emittenti radiofoniche su dieci, infatti,  si trovano al Sud Italia (26%) e nelle Isole (13,8%). Seguono le restanti macroaree geografiche del Centro (25,1%), del Nord-Ovest (21,3%) e del Nord-Est (13,8%). La regione con la più alta presenza di trasmissioni radiofoniche è il Lazio con il 14,8% del totale

La tendenza del settore è quella di un calo degli ascoltatori più giovani (14-25), che stanno progressivamente abbandonando la radio a favore dei servizi di streaming. Infatti, nel 2022, in Italia, il consumo di podcast è aumentato del 7% raggiungendo i 15,4 milioni di ascoltatori, con una durata media di ascolto di 23 minuti. Per quanto riguarda i luoghi in cui gli italiani ascoltano maggiormente la radio, l'automobile rimane in testa, ma si registra anche una crescita significativa dell'ascolto a casa, a seguito del periodo pandemico, che ha portato a un cambiamento delle abitudini di fruizione delle trasmissioni radiofoniche. 

1.2 Mercato Mondiale

Il mercato globale delle stazioni radio passerà da **,** miliardi di dollari nel **** a **,** miliardi di dollari nel ****, con un tasso di crescita annuale composto (***) del *,*%. Si prevede che il mercato delle stazioni radio crescerà fino a ***,** miliardi di dollari nel ****, con un CAGR del *,*%. Per stazione radio si intende una struttura ...

1.3 Mercato Italiano

Le stazioni radio guadagnano con la vendita di pubblicità, possiamo dunque capirne lo sviluppo in positivo o in negativo in base al valore gli investimenti pubblicitari ottenuti. La Radio, si conferma l'unico mezzo tra TV e Stampa che cresce in quasi tutti i mesi dell'anno. Durante il mese di dicembre del ...

1.4 Impatto Covid-19

Alcune delle restrizioni messe in atto durante la pandemia, come la minore mobilità, hanno avuto un impatto sugli ascoltatori della radio, cambiandone anche la fruizione tradizionale. Prima della pandemia circa il **,*% degli ascoltatori prediligeva la macchina come luogo di ascolto delle trasmissioni radiofoniche. Durante il corso della pandemia e dopo, gli ...

2 Analisi della domanda

2.1 Dati socio-demografici degli ascoltatori

Nel grafico sottostante si può notare l'evoluzione del numero di ascoltatori divisi per genere. Fino al **** il numero di ascoltatrici femminili è stato superiore rispetto alla categoria degli ascoltatori di radio maschili, per poi presentarsi un'inversione di tendenza dal **** in poi. Non c'è una differenza notevole fra i due gruppi che si ...

2.1 Preferenze sui contenuti

Musica pop/adulta contemporanea e Musica rock/alternativa/indie sono le prime due risposte dei consumatori italiani dell' indagine condotta da Statista sul tema "Contenuti radiofonici preferiti per genere". L'indagine è stata condotta online tra *.*** intervistati, dai **-** anni, in Italia, nel ****.

Contenuti radiofonici preferiti per genere in Italia a marzo **** Italia, ...

2.3 Radio più ascoltate

Da gennaio a giugno ****, RTL ***.* è stata l'emittente radiofonica con il più alto numero medio di ascoltatori giornalieri in Italia: oltre sei milioni. Radio Dimensione Suono - nota anche come RDS ***% Grandi Successi - si è classificata al secondo posto con quasi *.* milioni di ascoltatori giornalieri.

Le principali emittenti radiofoniche in Italia nel ...

2.4 Motivazioni dietro l'ascolto della radio

Il grafico descrive il ruolo della radio per diverse attività secondo l'opinione dei partecipanti a un sondaggio. Il **% dei partecipanti ritiene che la radio svolga un ruolo importante nel rilassarsi. Quasi la stessa percentuale (***) utilizza la radio per ascoltare la musica che preferisce. Il **% dei partecipanti usa la radio per migliorare ...

3 Struttura del mercato

3.1 Caratteristiche del mercato italiano

Nel corso dell'ultimo quinquennio il numero di trasmissioni radiofoniche è andato a diminuirsi costantemente, raggiungendo nel **** un numero totale di ***, dalle *** registrate nel ****. Sotto il profilo organizzativo, il settore delle emittenti radiofoniche è prevalentemente costituito da società di capitali, che rappresentano il **,*% delle imprese. Seguono altre forme societarie, che corrispondono al **,*%, società di ...

3.2 Differenziazione per tipologie di trasmissioni

Radio Nazionali: nel **** il mercato radiofonico italiano a livello nazionale si compone complessivamente di ** operatori (***).

* sono radio che fanno capo all’operatore di Servizio pubblico RAI, ** sono radio di natura commerciale di proprietà di ** società di capitali (***); * sono radio a carattere comunitario (***)

Radio Nazioni / Società Gruppi

Radio Locali: Il comparto ...

3.3 MISE: fondo per le piccole e medie imprese creative

Tale Fondo, con una dotazione di ** milioni di euro per gli anni **** e ****, ha come fine quello di promuovere la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese operanti nel settore creativo, attraverso la concessione di contributi, l’agevolazione nell’accesso al credito e la promozione di strumenti innovativi di finanziamento, ...

4 Analisi dell'offerta

4.1 Tipologie di trasmissioni radiofoniche esistenti

In Italia, i ** network nazionali a carattere commerciale – Deejay, RDS (***) attraggono, nel complesso, solo il **% dell’audience. Più consistente è il comparto della radiofonia locale, costituito da oltre *** emittenti, che rappresentano circa il **% dell’audience. Nessuna delle reti commerciali europee, infatti, ha un ascolto paragonabile a quello dei network commerciali di Italia ...

4.2 Tendenze dell'offerta: Web Radio & Podcast

In passato, le piccole radio a transistor erano lo strumento più diffuso per ascoltare la radio, facilmente trasportabili in tasca. Tuttavia, oggi lo smartphone si è affermato come il mezzo più innovativo attraverso cui le nuove generazioni e il pubblico in generale possono ascoltare la radio. Ogni stazione radio ha la propria ...

4.3 La trasmissione DAB, l'innovazione leader nel mercato

La radio si è sempre adattata alle innovazioni tecnologiche e ha cercato di sfruttare le nuove opportunità che si presentavano. Il progresso del DAB, che offre un'alta qualità di ascolto, ha permesso lo sviluppo di stazioni radio tematiche che possono essere ascoltate non solo in diretta, ma anche in modalità specializzate per ...

5 Regolamento

5.1 Regolamentazione

In Italia, le trasmissioni radiofoniche sono soggette a diverse norme e regolamenti. Di seguito sono riportate alcune delle principali norme italiane riguardanti le trasmissioni radiofoniche:

Legge * agosto ****, n. *** (***): Questa legge stabilisce il quadro normativo generale per l'organizzazione e il funzionamento del sistema radiotelevisivo italiano. Essa disciplina aspetti come le autorizzazioni per ...

6 Posizionamento degli attori

6.1 Segmentazione

  • RAI - RADIOTELEVISIONE ITALIANA S.P.A.
  • R.T.I. S.p.a
  • ELEMEDIA S.P.A.
  • Radio Dimensione Suono S.p.A.
  • Radio Maria

Elenco dei grafici presentati in questo studio di mercato

  • Valore del mercato mondiale della radio
  • Variazione % 2022/2021 degli investimenti pubblicitari
  • Cambiamenti delle abitudini di ascolto della radio durante la pandemia
  • Cambiamento degli strumenti utilizzati per l'ascolto della radio con l'avvento della pandemia
  • Numero di radioascoltatori in Italia nel 2023, per condizione occupazionale
Mostra di più Nascondere

Tutti i nostri studi sono disponibili online e in PDF

Ti invitiamo a consultare un esempio del nostro lavoro di studio su altri mercato!

Una domanda su questo studio ?   +39 380 247 7810

Aziende citate in questo studio

Questo studio contiene un panorama completo di società di mercato con le ultime cifre e le notizie di ogni azienda :

RAI - RADIOTELEVISIONE ITALIANA S.P.A.
R.T.I. S.p.a
ELEMEDIA S.P.A.
Radio Dimensione Suono S.p.A.
Radio Maria

Perché Scegliere Questo Studio :

Accedi a più di 35 ore di lavoro

I nostri studi sono il risultato di oltre 35 ore di ricerca e analisi. L'uso dei nostri studi ti consente di dedicare più tempo e aggiungere valore ai tuoi progetti.

Approfitta di 6 anni di esperienza e oltre 1.500 studi settoriali già prodotti

La nostra competenza ci consente di produrre studi completi in tutti i settori, inclusi i mercati di nicchia o emergenti.

Il nostro know-how e la nostra metodologia ci consentono di produrre studi con un valore unico di denaro

Accedi a diverse migliaia di articoli e dati a pagamento

BusinessCoot ha accesso all'intera stampa economica a pagamento e ai database esclusivi per svolgere studi di mercato (+ 30.000 articoli privati e fonti).

Al fine di arricchire i nostri studi, i nostri analisti utilizzano anche indicatori Web (semrush, tendenze, ecc.) Per identificare le tendenze in un mercato e strategie aziendali. (Consulta le nostre fonti a pagamento)

Supporto garantito dopo l'acquisto

Una squadra dedicata al servizio post-vendita, per garantirti un alto livello di soddisfazione. +39 380 247 7810

Un formato digitale progettato per i nostri utenti

Accedi a un PDF ma anche una versione digitale per i nostri clienti. Questa versione consente di accedere a fonti, dati in formato Excel e grafica. Il contenuto dello studio può quindi essere facilmente recuperato e adattato per i tuoi supporti.

Le nostre offerte :

il mercato della radio | Italia

89 €
  • Quali sono i dati relativi alle dimensioni e alla crescita del mercato?
  • Cosa sta influenzando l'andamento e l'evoluzione del mercato?
  • Qual'è il posizionamento degli attori di mercato?
  • Segmentazione e profilo delle aziende operanti nel mercato
  • Dati e numeri da una molteplicità di fonti

Pacchetto di 5 studi (-15%) IT Italia

75.6 € / studi
378 € Invece di 445 € -15%
  • 5 rapporti a 75,6 € IVA esclusa per studio da scegliere dal nostro catalogo italiano per 12 mesi
  • Risparmiare il 15% sugli studi aggiuntivi acquistati
  • Scegliere il rimborso del credito non utilizzato al termine dei 12 mesi (durata del pacchetto).

Consulta i termini e le condizioni del pack e del rimborso del credito non utilizzato.

Aggiunte e aggiornamenti

Riferimenti dei nostri clienti

Hanno consultato i nostri studi Scopri le opinioni (+500)

Malcolm Vincent
Linkedin logo

Malcolm Vincent

Astoria Finance

Gregoire de Castelnau
Linkedin logo

Gregoire de Castelnau

Stags Participations

Timothé Huignard
Linkedin logo

Timothé Huignard

PWC

Paul-Alexis Kebabtchieff
Linkedin logo

Paul-Alexis Kebabtchieff

BCG

Aymeric Granet
Linkedin logo

Aymeric Granet

Publicis Consultant

Interviste e clienti CAS Tutte le interviste e i casi dei clienti (45)

La pépite Interview

BFM Business

Paul-Alexis Kebabtchieff

Boston Consulting Group

Marie Guibart

Kea Partners

Elaine, Durand

Crédit Agricole, Information & Veille

Philippe Dilasser

Initiative & Finance

Anne Baudry

Metro

Amaury Wernert

Kroll (Duff & Phelps)

Smart Leaders Interview

B-Smart

Hai delle domande?
Il nostro team è a tua disposizione a   +39 380 247 7810