Sintesi del nostro studio di mercato

Il mercato globale della moda di lusso, valutato a 117 miliardi di dollari nel 2022, è destinato a crescere fino a 132 miliardi di dollari entro il 2025, con un CAGR del 4,26% dal 2015 al 2025. I principali operatori, come LVMH e Kering, dominano e il mercato vede una tendenza alle acquisizioni e alle partnership. Nonostante l'impatto della COVID-19 abbia causato un calo significativo delle vendite di lusso, si registra una tendenza alla ripresa, in particolare in Cina e negli Stati Uniti, con un'impennata del 95% delle vendite di lusso in Cina. L'Italia rimane un attore fondamentale, sede di marchi iconici come Prada, Moncler e Armani, che contribuiscono in modo significativo al settore globale, con i marchi di lusso italiani che registreranno un fatturato di 141 miliardi di euro nel 2021. Il settore si sta inoltre orientando verso pratiche sostenibili, con una crescente richiesta da parte dei clienti di una produzione etica e l'emergere di un mercato del lusso di seconda mano. La contraffazione rimane un problema, con un impatto particolare sui ricavi e sui posti di lavoro in Italia. Nel complesso, il settore si sta riprendendo grazie ai nuovi comportamenti dei consumatori e all'attenzione per le tendenze digitali e di sostenibilità.

Evoluzione dei modelli di consumo della moda di lusso in Italia

Negli ultimi anni, il mercato italiano della moda di lusso è stato caratterizzato da crescita e trasformazione, grazie alla combinazione di un aumento del reddito disponibile e di un'impennata della domanda di articoli di lusso che conferiscono uno status sociale. La continua espansione del mercato della moda di lusso è guidata principalmente dall'eccellenza manifatturiera e dall'apprezzato marchio "Made in Italy", che hanno sempre spinto il mercato italiano dell'abbigliamento di lusso, in particolare quello femminile. Nel contesto globale, il mercato del lusso ha registrato un tasso di crescita annuo composto di circa il 3,5%, segnalando un forte e continuo interesse per i beni di lusso. Il panorama dei consumi di moda di lusso sta assistendo a cambiamenti in diverse dimensioni. Un'ampia maggioranza di contribuenti italiani - con un reddito medio tra i 30.000 e i 45.000 euro - è propensa a investire nella moda di lusso. Questa propensione si riscontra soprattutto nei comuni più ricchi. Inoltre, si prevede che le nuove coorti generazionali, in particolare i Millennials e la Generazione Z, costituiranno oltre il 40% del mercato del lusso entro il 2025, modificando radicalmente la demografia degli acquirenti. Il comportamento dei consumatori di lusso in Italia è fortemente influenzato da pratiche di produzione etiche e sostenibili. Il 92% degli italiani dichiara che le proprie decisioni di acquisto nel settore della moda sono influenzate dalla posizione etica del marchio.

La richiesta di materiali sostenibili e l'evitamento di sostanze chimiche nocive e dello sfruttamento degli animali sono tra le considerazioni più importanti, con quasi la metà dei Millennial italiani che privilegia l'abbigliamento prodotto in modo etico rispetto alle alternative più trendy e non etiche. Il turismo, in particolare quello di fascia alta, è stato tradizionalmente un importante motore delle vendite di abbigliamento di lusso in Italia, con un contributo di miliardi di euro all'anno. Tuttavia, la pandemia di Covid-19 ha messo un freno a questi numeri, con un drastico calo del turismo. Nonostante questa battuta d'arresto, il settore si sta lentamente riprendendo e i turisti, soprattutto quelli provenienti da destinazioni di lusso, continuano a svolgere un ruolo nel consumo di abbigliamento di lusso. Dal punto di vista produttivo, il settore tessile-abbigliamento italiano rimane solido, con circa 45.000 aziende e 400.000 persone impiegate. La parte centrale del Paese, in particolare la Toscana, si distingue come focolaio di occupazione nel settore della moda. L'industria si sta inoltre adattando al movimento globale verso la sostenibilità, la digitalizzazione e le nuove pratiche di consumo, che sono destinate a trasformare notevolmente il settore. Nonostante le tendenze positive, le sfide persistono sotto forma di contraffazione, che incide pesantemente sui ricavi e sull'occupazione nel settore della moda di lusso. Il mercato globale degli articoli di lusso contraffatti rappresenta circa il 3,3% del commercio, e l'abbigliamento è uno dei principali bersagli. In risposta ai consumatori.

Icone di spicco della moda di lusso italiana

Il settore della moda di lusso è un vivido arazzo intessuto di creatività, artigianalità e qualità senza pari. L'Italia è un illustre faro di stile, dove diverse case di moda iconiche non solo hanno plasmato i contorni dell'alta moda, ma hanno mantenuto una presenza costante nel mercato globale del lusso. Questo capitolo si addentra nel tessuto di questi attori principali, ognuno dei quali è un racconto di eredità e modernità, e comanda le passerelle con il suo stile unico.

  • Fendi - L'eredità artigianale della pelle e della pelliccia Fondata come semplice laboratorio nel 1918, Fendi è diventata un simbolo della squisita artigianalità italiana. Inizialmente specializzata in pellicce e articoli in pelle, ha poi ampliato la sua abilità sartoriale con una linea di abbigliamento introdotta nel 1977. Celebre in tutto il mondo, soprattutto per le sue borse, Fendi è un'eccellente esemplificazione di ciò che significa fondere l'artigianato tradizionale con la finezza contemporanea.
  • Prada - L'epitome della precisione del lusso Un tempo un umile negozio in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, aperto nel 1913 dai fratelli Prada, è cresciuto fino a diventare un nome monumentale della moda sinonimo di lusso. Spesso associata a borse, scarpe e accessori di alta gamma, l'avventura di Prada nel mondo dell'abbigliamento è stata altrettanto avvincente, rafforzando la sua statura di potenza della moda.
  • Bottega Veneta - La maestria della pelle Sofisticata Nome di lusso celebrato per la sua pelletteria, Bottega Veneta risuona di discrezione e qualità duratura. Questa casa italiana, profondamente legata all'artigianato tradizionale, è diventata un portabandiera della sottigliezza lussuosa nel mondo della moda.
  • Valentino - Il sogno di un couturier Fondata dal talentuoso Valentino Garavani nel 1960, Valentino è il simbolo dell'ingegno dell'alta moda. Con una gamma di prodotti che spazia con eleganza da capi di alta moda accuratamente realizzati a una sofisticata serie di accessori in pelle, Valentino è il luogo in cui l'opulenza incontra il glamour.
  • Gucci - Il marchio per eccellenza del lusso italiano Dalle strade di Firenze nel 1921 al palcoscenico mondiale, Gucci è stata una forza emblematica della moda. Sotto la superficie scintillante della sua vasta linea di prodotti, dal prêt-à-porter ai profumi, si nasconde una storia centenaria di passione, lusso ed eccellenza italiana.
Ottieni informazioni essenziali
per comprendere questo mercato

Contenuto dettagliato dello studio di mercato

Informazioni

  • Pagine : ~ 40 pags
  • Formato : Versione PDF e digitale
  • Ultimo aggiornamento :
Dettaglio degli aggiornamenti

Riepilogo ed estratti

1 Panoramica del mercato

1.1 Definizione e presentazione

Con il termine abbagliamento di lusso si intendono quei capi più eleganti, raffinati e curati rispetto a quelli definiti casual, che si usano nella quotidianità. Solitamente l’abbigliamento di lusso viene usato per andare in ufficio e per occasioni speciali come cene, concerti o cerimonie. Altri modi per definire l’abbigliamento di lusso sono “elegante casual” o “country club”. In questa categoria rientrano tutti i capi di vestiario: cappotti, giacche, camicie, pantaloni, scarpe, cinture e borse. In questo studio verrà trattato l’abbigliamento di lusso femminile, escludendo gli accessori.

Per quanto riguarda il mercato globale del lusso, questo nel 2018 era arrivato a valere 67,85 miliardi di dollari e si stima che tra l’anno 2015 e 2025 il mercato crescerà con un CAGR pari a 3,5%. Questa crescita è dettata principalmente dal fatto che i beni di lusso contribuiscono sempre di più a una maggiore accettazione sociale e anche dall’aumento del reddito disponibile dei consumatori. 

In Italia, il mercato dell’abbigliamento di lusso, in particolar modo quello femminile, è sempre stato caratterizzato da una forte crescita soprattutto grazie alle capacità manifatturiere e artigianali delle aziende italiane e grazie al concetto del Made in Italy. Nel 2019 le aziende italiane della lista Top 100, lista che include le maggiori aziende in termini di fatturato del settore, hanno realizzato il 12,4% del ricavo totale globale.  

La tendenza del mercato è quella di focalizzarsi sulle acquisizioni sia per crescere ma soprattutto per differenziare l’offerta ed entrare sempre di più in nuovi segmenti di mercato. Da diversi anni una pratica molto usata all’interno del settore è quella di creare partnership tra aziende di lusso in modo da poter offrire ai propri clienti qualcosa di sempre nuovo e originale.  

Numerose sono le aziende che operano in questo mercato come ad esempio Gucci, considerata la casa di moda italiana per eccellenza, Prada, Armani, Versace, Ferragamo, ecc.

1.2 Mercato globale

 Il mercato globale della moda di lusso è stato valutato  *** miliardi di dollari nel ****, mercato che crescerà fino a toccare *** miliardi di dollari nel ****, crescendo a un CAGR del *.**% tra il **** e il ****.  

Valore mercato mondiale della moda di lusso Mondo, ****-****, miliardi di dollari ConsumerMarketOutlook

Esistono alcune grandi holdings che sono ...

1.3 Mercato italiano

Nel **** i quindici principali marchi del lusso italiani (***)  hanno realizzato ricavi per *** miliardi di euro, in crescita rispetto ai *** miliardi di ricavi del **** ma soprattutto rispetto al periodo pre Covid [***].

 L'Italia ospita ** delle prime *** aziende di beni di lusso, ma detiene solo l'*,*% delle vendite di beni di lusso, che ...

1.4 Esportazioni

Secondo i dati di Confindustria da gennaio a ottobre ****, sia la UE sia l’extra-UE, che assorbe il **,*% del totale settoriale esportato, presentano un ritorno alla crescita con una dinamica del +**,*% e del +**,*%.

Esportazioni italiane moda di lusso Italia, ****, percentuale Confindustria 

I primi ** paesi di destinazione (***) risultano caratterizzati da incrementi delle ...

1.5 Impatto del Covid

Il Covid ha avuto un forte impatto sulla pelletteria e sul settore della moda di alta gamma in generale. A livello mondiale il settore dei beni di lusso è stato colpito duramente dalla crisi del coronavirus nel ****. Infatti, per la prima volta dal ****, il mercato dei beni di lusso ha registrato un ...

2 Analisi della domanda

2.1 Acquirenti del lusso

Il mercato del lusso è in generale apprezzato e acquistato da una ristretta nicchia di persone disposte a pagare più soldi rispetto alla media per poter possedere prodotti più esclusivi e di materiali e qualità più alta. é utile quindi vedere dove si trovano gli acquirenti di beni di lusso e chi ...

2.2 Consumo dell'abbigliamento di lusso e turismo

Uno dei fattori trainanti del mercato del lusso in Italia è il turismo. Il turismo è un grande motore del Made in Italy e il **% degli acquisti di beni personali di lusso in Italia pre-Covid erano effettuati da turisti stranieri. Il Turismo di alta gamma nel **** valeva ** miliardi di euro: una cifra che ...

2.3 Tendenze della domanda

La consapevolezza generale delle varie questioni che circondano la moda sostenibile (***) ha fatto nascere nuove aspettative nei consumatori e sta guidando sempre di più le loro scelte.

In Italia i cittadini, secondo un sondaggio svolto da Trustpilot in collaborazione con London Research, il **% degli intervistati  si ritiene influenzato da motivazioni etiche ...

2.4 Contraffazione

La contraffazione è uno dei maggiori problemi per il settore della pelletteria e dell'alta moda in generale.Su scala globale, i beni contraffatti sono il  *,*% del commercio mondiale e valgono *** miliardi di euro di mancate entrate per le imprese [***]

Così, come possiamo vedere dal grafico sopra, il settore dell'abbigliamento è particolarmente colpito dalla ...

3 Struttura del mercato

3.1 Produzione

Il settore del tessile-abbigliamento italiano, comparto chiave per il PIL, conta **.*** imprese e impiega ***.*** addetti. Il Made in Italy continua a esercitare un grande fascino in un mercato del lusso che appare nel prossimo triennio affamato di marchi storici ma anche di novità.

La produzione di articoli di abbigliamento generale, e ...

3.2 Commercio di abbigliamento

Il numero di imprese per il commercio B*C di abbigliamento pari a ***** unità nel **** e il settore da lavoro a persone. Il numero è in costante diminuzione, - **.**% in cinque anni.

Imprese e addetti al settore commercio di abbigliamento Italia, ****-****, unità Istat

Come detto in precedenza i negozi di alta ...

3.3 Moda italiana

L'abbigliamento di lusso ruota attorno ai grandi brand di moda italiani che detengono la maggior parte della quota di mercato. Secondo un'indagine condotta da BCG, 'Italia è considerata il miglior paese produttore di marchi di lusso. 

Molti brand italiani appartengono a holdings straniere, in particolare LVMH, che  è presente in Italia con i ...

4 Analisi dell'offerta

4.1 Prodotti e prezzi

I capi di lusso risultano molto più cari rispetto ai marchi normali poichè i materiali, la lavorazione e la qualità in genreale sono superiori. IN seguito vengono riportati i prezzi di alcuni capi d'abbigliamento di una marca normale, Zalando, e una di lusso, Dolce&Gabbana. 

4.2 Prezzi materie prime

Il prezzo dei capi d'abbigliamento per la casa è anche in parte determinato dai prezzi dei prodotti tessili utilizzati per la creazione diabbigliamento di lusso.

Il grafico qui sotto mostra i principali prezzi delle materie prime tessili utilizzate in base *** nel ****. Il cotone è aumentato dopo un calo nell'aprile **** ed è ora più costoso ...

4.3 Nuove tendenze nel settore

L'industria della moda e dei beni di lusso si trova di fronte a grandi sfide globali sfide in termini di sostenibilità, digitalizzazione e consumi modelli, tutti fattori che porteranno a una trasformazione radicale del industria nei prossimi anni.

Perseguire la sostenibilità e una transizione verde nel settore del lusso è un processo ...

5 Regolamento

5.1 Regolamento

Il settore del tessile e dell'abbigliamento è disciplinato dal Regolamento UE n.****/**** che stabilisce norme su:

le denominazioni delle fibre tessili, le modalità di etichettatura dei prodotti tessili, nonché le menzioni figuranti su etichette, i contrassegni ed i documenti che accompagnano i prodotti tessili nei vari cicli di produzione, trasformazione e distribuzione la ...

6 Posizionamento degli attori

6.1 Segmentazione

  • Kering
  • Capri Holdings
  • Fendi
  • Gianni Versace
  • Gucci
  • Prada Groupe
  • Giorgio Armani
  • Bottega Veneta (Kering Group)
  • Valentino
  • Salvatore Ferragamo
  • Max Mara Fashion Group
  • Tod's
  • LVMH Groupe
  • Luisa Via Roma
  • Dolce & Gabbana
  • Moncler
  • Lanificio Cerruti (Piacenza grupo)
  • Brunello Cucinelli
  • Vinted

Elenco dei grafici presentati in questo studio di mercato

  • Valore mercato mondiale della moda di lusso
  • Fatturato delle maggiori compagnie del lusso
  • Confronto tra vendite in abbigliamento di lusso tra il 2019 e il 2022 per mercato
  • Percentuale di aziende italiane della moda di lusso VS percentuale di ricavi
  • Percentuale di compagnie per settore
Mostra di più Nascondere

Tutti i nostri studi sono disponibili online e in PDF

Ti invitiamo a consultare un esempio del nostro lavoro di studio su altri mercato!

Una domanda su questo studio ?   +39 380 247 7810

ultime novità

2022, un nuovo anno record per LVMH - 26/01/2023
  • Vendite nel 2022: 79,2 miliardi di euro (crescita del 23%)
  • Utile da operazioni ricorrenti nel 2022: 21,0 miliardi di euro (crescita del 23%)
  • Moda e pelletteria: 20% di crescita organica
  • Quota di utile netto del Gruppo nel 2022: 5,8 miliardi di euro (crescita del 17% rispetto al 2021)
  • Flusso di cassa libero da operazioni: oltre 10 miliardi di euro
  • Forte crescita del mercato: Europa, Stati Uniti e Giappone
  • Mercato stabile: Asia (grazie alla situazione sanitaria della Cina)
LVMH: Bernard Arnault potrebbe rimanere capo fino a 80 anni! - 14/03/2022
  • LVMH: l'imperatore del lusso potrebbe lasciare la carica di presidente del consiglio di amministrazione di Agache SE (ex-Groupe Arnault)
  • Il limite di età per ricoprire questa carica è di 85 anni
  • Bernard Arnault aveva creato una fondazione belga, Protectinvest, per gestire i beni della holding belga Pilinvest, che possiede il 64,9% di Agache SE, in caso di sua morte.
  • Ha mantenuto il controllo totale su Agache SE, tramite LVMH, per evitare che il suo impero venisse disperso dopo la sua morte Agache SE detiene: - il 49,97% del gruppo FAGI - il 56,86% della società per il tempo libero Groupe Parisis - il 49,95% della società per il tempo libero L'Odyssée - il 52,78% del gruppo PME-PMI Foncière - il 34,77% del gruppo L'Occitane - il 38,42

Aziende citate in questo studio

Questo studio contiene un panorama completo di società di mercato con le ultime cifre e le notizie di ogni azienda :

Kering
Capri Holdings
Fendi
Gianni Versace
Gucci
Prada Groupe
Giorgio Armani
Bottega Veneta (Kering Group)
Valentino
Salvatore Ferragamo
Max Mara Fashion Group
Tod's

Perché Scegliere Questo Studio :

Accedi a più di 35 ore di lavoro

I nostri studi sono il risultato di oltre 35 ore di ricerca e analisi. L'uso dei nostri studi ti consente di dedicare più tempo e aggiungere valore ai tuoi progetti.

Approfitta di 6 anni di esperienza e oltre 1.500 studi settoriali già prodotti

La nostra competenza ci consente di produrre studi completi in tutti i settori, inclusi i mercati di nicchia o emergenti.

Il nostro know-how e la nostra metodologia ci consentono di produrre studi con un valore unico di denaro

Accedi a diverse migliaia di articoli e dati a pagamento

BusinessCoot ha accesso all'intera stampa economica a pagamento e ai database esclusivi per svolgere studi di mercato (+ 30.000 articoli privati e fonti).

Al fine di arricchire i nostri studi, i nostri analisti utilizzano anche indicatori Web (semrush, tendenze, ecc.) Per identificare le tendenze in un mercato e strategie aziendali. (Consulta le nostre fonti a pagamento)

Supporto garantito dopo l'acquisto

Una squadra dedicata al servizio post-vendita, per garantirti un alto livello di soddisfazione. +39 380 247 7810

Un formato digitale progettato per i nostri utenti

Accedi a un PDF ma anche una versione digitale per i nostri clienti. Questa versione consente di accedere a fonti, dati in formato Excel e grafica. Il contenuto dello studio può quindi essere facilmente recuperato e adattato per i tuoi supporti.

Le nostre offerte :

il mercato dell'abbigliamento femminile di lusso | Italia

89 €
  • Quali sono i dati relativi alle dimensioni e alla crescita del mercato?
  • Cosa sta influenzando l'evoluzione del mercato?
  • Qual'è il posizionamento degli attori?
  • Segmentazione e profilo delle aziende operanti nel mercato
  • Dati da una molteplicità di fonti

Pacchetto di 5 studi (-15%) IT Italia

75.6 € / studi
378 € Invece di 445 € -15%
  • 5 rapporti a 75,6 € IVA esclusa per studio da scegliere dal nostro catalogo italiano per 12 mesi
  • Risparmiare il 15% sugli studi aggiuntivi acquistati
  • Scegliere il rimborso del credito non utilizzato al termine dei 12 mesi (durata del pacchetto).

Consulta i termini e le condizioni del pack e del rimborso del credito non utilizzato.

Aggiunte e aggiornamenti

Riferimenti dei nostri clienti

Hanno consultato i nostri studi Scopri le opinioni (+500)

Malcolm Vincent
Linkedin logo

Malcolm Vincent

Astoria Finance

Gregoire de Castelnau
Linkedin logo

Gregoire de Castelnau

Stags Participations

Timothé Huignard
Linkedin logo

Timothé Huignard

PWC

Paul-Alexis Kebabtchieff
Linkedin logo

Paul-Alexis Kebabtchieff

BCG

Aymeric Granet
Linkedin logo

Aymeric Granet

Publicis Consultant

Interviste e clienti CAS Tutte le interviste e i casi dei clienti (45)

La pépite Interview

BFM Business

Paul-Alexis Kebabtchieff

Boston Consulting Group

Marie Guibart

Kea Partners

Elaine, Durand

Crédit Agricole, Information & Veille

Philippe Dilasser

Initiative & Finance

Anne Baudry

Metro

Amaury Wernert

Kroll (Duff & Phelps)

Smart Leaders Interview

B-Smart

Hai delle domande?
Il nostro team è a tua disposizione a   +39 380 247 7810