Sintesi del nostro studio di mercato

Il mercato globale della segnaletica stradale, valutato a 5,92 miliardi di dollari nel 2020, dovrebbe crescere a un CAGR del 3,57% fino al 2027. Al contrario, il segmento più specifico dei materiali utilizzati nella produzione di segnaletica è stimato a 6,74 miliardi di dollari nel 2023, con un CAGR leggermente inferiore, pari al 4,2%, previsto dal 2023 al 2028, che potrebbe raggiungere gli 8,28 miliardi di dollari. L'Italia svolge un ruolo significativo come esportatore netto in questo settore, anche se con un tasso di copertura in calo dal 1043% nel 2018 al 658% nel 2022. Nonostante una diminuzione del 39,8% del valore delle esportazioni italiane dal 2018 al 2022, le importazioni sono rimaste stabili intorno ai 27 milioni di dollari. I driver della domanda in Italia sono influenzati dai tassi di incidenti stradali e dalla percezione delle condizioni stradali da parte dell'opinione pubblica, con miglioramenti della segnaletica che potrebbero ridurre gli incidenti di circa il 40%. La rete stradale italiana ha registrato un calo del 9,3% dal 2015 al 2019, ma la spesa del Comune per strade e infrastrutture è aumentata del 27,3% dal 2018 al 2021. In termini di tendenze future, il concetto di strada intelligente sta guadagnando slancio, con un valore di mercato globale previsto di 17,1 miliardi di dollari entro il 2023, indicando una rapida espansione nel decennio successivo grazie all'innovazione tecnologica e alla necessità di una maggiore sicurezza stradale.

Tendenze emergenti nel mercato italiano della segnaletica stradale

Approfondendo il mercato italiano della segnaletica stradale, è evidente che i progressi tecnologici e le considerazioni ambientali stanno guidando l'attuale evoluzione del settore. Con una notevole attenzione alla prevenzione degli incidenti e alla sicurezza stradale, l'Italia sta assistendo a una fase di trasformazione della domanda di segnaletica stradale. Le tendenze che caratterizzano il mercato sono intrinsecamente legate all'applicazione di tecnologie avanzate e all'adesione ai principi dell'economia circolare. Uno dei fattori più significativi che determinano la domanda di segnaletica stradale in Italia è il numero di incidenti stradali, in particolare quelli con danni alle persone. Il ruolo della segnaletica stradale nella prevenzione degli incidenti è fondamentale: si ritiene che il miglioramento della segnaletica possa ridurre il tasso di incidenti di circa il 40%. In particolare, dal 2018 al 2022, gli incidenti stradali con danni alle persone sono diminuiti di circa il 4%. Tuttavia, c'è ancora spazio per i miglioramenti, dato che quasi un italiano su due ha espresso insoddisfazione per le condizioni delle strade nel 2022. Questo sentimento si riflette sulle deviazioni dagli standard di sicurezza stradale, che hanno evidenziato come oltre il 60% della segnaletica verticale e oltre il 90% di quella orizzontale si discostino dalle norme del Codice della Strada.

In termini di valore del mercato, si può notare una crescita costante del mercato globale della segnaletica stradale, il cui valore è stato stimato in circa 26 miliardi di dollari nel 2022. Si prevede che questa cifra supererà i 38 miliardi di dollari entro il 2027, indicando una forte traiettoria ascendente con un tasso di crescita annuale composto tra l'8 e il 9%. Analogamente, il segmento di mercato dei materiali utilizzati per la produzione e l'installazione della segnaletica dovrebbe crescere da circa 6,5 miliardi di dollari nel 2023 a 8-8,5 miliardi di dollari entro il 2028. Nel contesto della posizione dell'Italia nel commercio globale, l'Italia emerge come esportatore netto di apparecchiature di segnalazione, sicurezza o controllo del traffico. Sebbene il valore delle esportazioni sia diminuito negli ultimi anni, il tasso di copertura è rimasto al di sopra del 300%, indicando un mercato di esportazione solido. Un'altra tendenza importante è l'inevitabile trasformazione digitale della segnaletica stradale. Con l'arrivo previsto di 10 milioni di auto senza conducente entro il 2023, la segnaletica stradale e le infrastrutture in generale si stanno evolvendo per soddisfare questa nuova era della mobilità, in cui le strade intelligenti e la segnaletica digitale svolgono un ruolo sempre più importante. Le tecnologie volte a migliorare la sicurezza stradale attraverso i Big Data e l'Internet of Things vengono attivamente sviluppate e implementate, posizionando il mercato della segnaletica stradale all'avanguardia dell'innovazione e della sostenibilità. In sintesi, il mercato italiano della segnaletica stradale non solo sta crescendo, ma si sta anche ridisegnando in risposta a.

Aziende leader nel mercato della segnaletica stradale: La strada verso la sicurezza

Il settore della segnaletica stradale è sostenuto da una moltitudine di aziende in tutto il mondo specializzate nella produzione e nella manutenzione della segnaletica che mantiene le nostre strade sicure ed efficienti. Tra queste, diverse aziende si sono affermate come leader di mercato, contribuendo in modo significativo alla sicurezza stradale e alle infrastrutture. Di seguito vengono descritti alcuni dei principali attori che stanno plasmando attivamente il futuro della segnaletica stradale.

  • SEA - Segnaletica Stradale s.p.a: Con oltre mezzo secolo di esperienza, SEA ha raggiunto un posto di rilievo nelle operazioni di segnaletica stradale. Dedita alla creazione di un ambiente stradale più sicuro, l'azienda opera in diversi settori, tra cui la verniciatura e la manutenzione di gallerie e segnaletica stradale, nonché la produzione di segnaletica verticale. Il loro impegno per la qualità e la sicurezza è sottolineato da molteplici certificazioni ISO.
  • Sait s.p.a: Importatore e distributore di pellicole riflettenti su misura per l'industria della segnaletica stradale, Sait si è distinto per la sua attenzione non solo alle strade, ma anche alle ferrovie e alla sicurezza automobilistica. Distributore di ORAFOL in Italia, Sait sta ampliando la propria gamma di prodotti per adattarsi alle esigenze dinamiche del settore.
  • La Semaforica s.r.l: Per oltre sette decenni, questa azienda è stata un precursore nell'affrontare la regolamentazione del traffico stradale nel secondo dopoguerra. Le ampie strutture e l'impegno di La Semaforica nel rispettare gli standard di certificazione, come l'ISO 9001, testimoniano la sua dedizione alla qualità e all'affidabilità nella gestione dei segnali stradali.
  • Gubela s.p.a: Specializzata nella sicurezza del traffico stradale e ferroviario, Gubela è riconosciuta per il suo contributo alla segnaletica stradale e all'arredo urbano. L'ampia filosofia del ciclo di vita dei prodotti garantisce la leadership del settore in vari mercati per la qualità dei prodotti e dei servizi offerti. I
  • n.Si.Co s.r.l: Combinando decenni di esperienza, In.Si.Co ha maturato una grande esperienza nella progettazione e produzione di segnaletica stradale. Il loro impegno si estende su tutto lo spettro nazionale e internazionale, affrontando progetti ambiziosi nel campo della segnaletica stradale con un approccio personalizzato per ogni impresa.
  • Prealux s.r.l: Azienda di produzione e distribuzione specializzata nella sicurezza stradale, Prealux dimostra una notevole portata globale, esportando prodotti in una vasta gamma di Paesi in tutti i continenti. L'ampia base di clienti dell'azienda varia dalle piccole imprese industriali ai principali operatori autostradali.
  • Si.Se s.p.a: Riconosciuta sia in Italia che nel resto del mondo, Si.Se s.p.a. si è guadagnata il rispetto per la qualità dei materiali e la professionalità nella gestione dei progetti.
Ottieni informazioni essenziali
per comprendere questo mercato

Contenuto dettagliato dello studio di mercato

Informazioni

  • Pagine : ~ 40 pags
  • Formato : Versione PDF e digitale
  • Ultimo aggiornamento : 24/11/2023
Dettaglio degli aggiornamenti

Riepilogo ed estratti

1 Panoramica del mercato

1.1 Definizione e presentazione

I segnali stradali sono linee guida per gli automobilisti; sono la base per un corretto comportamento stradale, e guidare in modo sicuro sarebbe impossibile senza di loro. I primi segnali stradali nella storia erano spesso fatti a mano, in legno o scolpiti nella pietra. Nel corso degli anni, con l'aumento del numero di proprietari di auto e moto, ci fu la necessità di standardizzare il loro design e la loro produzione. I segnali stradali possono essere divisi in tre grandi categorie: segnali di guida e direzione, segnali di avvertimento e segnali di regolamentazione. La maggior parte dei segnali sono fatti di alluminio o lamiera, ci sono anche segnali illuminati o retroilluminati che richiedono una struttura più complicata e costosa e semafori, che hanno bisogno di un computer per controllarne l’utilizzo. Nell'ottobre 2019 è stata adottata una direttiva europea che stabilisce criteri rigorosi per la manutenzione e le caratteristiche tecniche della segnaletica stradale negli Stati membri.

Nel 2020, il mercato mondiale dei segnali stradali è stato valutato 5,92 miliardi di dollari. Dal 2020 al 2027, il mercato è stimato in crescita ad un CAGR del 3,57%.

In Italia, la segnaletica stradale può essere acquistata solo da aziende autorizzate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Di conseguenza, sia le imprese completamente private che quelle pubbliche ricevono una commissione dallo Stato per la proprietà pubblica. Queste imprese, tra l'altro, forniscono la segnaletica stradale così come tutti gli altri cartelli che trasmettono prescrizioni o indicatori di sicurezza. Per esempio, i cartelli di prevenzione degli incidenti sul lavoro o i cartelli di carattere privato, cioè quelli provenienti da un normale cittadino piuttosto che dallo Stato. In Italia, "Assosegnaletica", nata da parte di Anima Confindustria, è il punto di riferimento per le aziende del settore della segnaletica stradale.

Le principali tendenze del mercato della segnaletica stradale sono l'economia circolare nella loro produzione e l'aumento delle tecnologie avanzate per ridurre il numero di incidenti stradali.

La sostituzione della segnaletica stradale sta iniziando ad affiliarsi con i processi di economia circolare sviluppati nel paese, attraverso il recupero e il riciclaggio di materiali ferrosi e alluminio.

Con 10 milioni di auto senza conducente previste entro il 2023, anche la segnaletica stradale si evolverà con nuove regole e simboli. Questo non esclude lo sviluppo di strade intelligenti per i veicoli sviluppati, dove la segnaletica sarà trasformata digitalmente e sfrutterà la tecnologia dei Big Data e dell'internet of things per una segnaletica mirata e più persuasiva.

1.2 Il mercato globale

Nel **** il mercato mondiale della segnaletica stradale ha raggiunto un valore pari a **.** miliardi dollari. Entro il **** si prevede che il mercato possa superare i ** miliardi di dollari di valore grazie ad un tasso di crescita annuale composto (***) pari all'*.*%. 

Mercato della segnaletica stradale Mondo, ****-****, in miliardi di dollari ...

1.3 Il mercato italiano

In Italia, tra il **** e il **** la produzione venduta di cartelli (***). Tuttavia, analizzando la produzione venduta in tonnellate, la crescita tra il **** e il **** si attesta al **.*%. Pertanto, un ruolo centrale nella crescita è giocato dal movimento inflattivo.  Produzione venduta di cartelli indicatori, cartelli per insegne, cartelli indirizzo e cartelli simili, di ...

1.4 Import - Export

Per l'analisi dei flussi commerciali, viene preso in considerazione il codice HS **** relativo ad "apparecchi di segnalazione, sicurezza o controllo del traffico". 

L'Italia si posizione come esportatore netto di apparecchi per la segnalazione, sicurezza o controllo del traffico. Tra il **** e il **** il tasso di copertura ha mantenuto valori ampiamente superiori ...

1.5 Le conseguenze del conflitto russo-ucraino

Lo scoppio del conflitto russo-ucraino nel febbraio del **** ha comportato, tra le altre cose, un aumento generale dell'indice dei prezzi. Dal lato della produzione, è possibile notare un incremento dei prezzi anche per il comparto della segnaletica stradale. Considerando la produzione di "altri prodotti in metallo", categoria all'interno della quale sono compresi ...

2 Analisi della domanda

2.1 La domanda in Italia

Al fine di analizzare la domanda di segnaletica stradale in Italia vengono prese in considerazione l'evoluzione della rete stradale italiana in termini di lunghezza e la spesa dei * principali comuni italiani per la viabilità e le infastrutture stradali. Per quanto riguarda il primo punto, inerente alla lunghezza della rete stradale in ...

2.2 I driver della domanda

Tra i driver della domanda assumono un ruolo centrale il numero di incidenti stradali, specialmente quelli che hanno comportato lesioni alle persone, e l'opinione dei cittadini in merito alle condizioni delle strade. 

Una corretta politica di prevenzione degli incidenti stradali, che riduca numero e gravità degli infortuni, ha bisogno di interventi ...

2.3 Distribuzione geografica della domanda

Per analizzare la distribuzione geografica della domanda di segnaletica stradale in Italia, è stata creata una mappa con la distribuzione geografica della rete stradale in Italia per macroregione. La mappa presenta i valori percentuali di ciascuna macroregione rispetto al totale nazionale. 

Il Sud raccoglie la quota più alta di tutta la penisola, ...

3 Struttura del mercato

3.1 La struttura del mercato

Di seguito viene proposto un elenco dei principali attori nel mercato associati ad Assosegnaletica: 

SEA - Segnaletica Stradale s.p.a:  nata nel ****, La società rappresenta un’eccellenza nel settore dei lavori di segnaletica stradale. Nello specifico tratta lavori di segnaletica orizzontale, segnaletica verticale, lavaggio e tinteggiatura delle gallerie. Inoltre vengono ...

3.2 La catena del valore

Approfondendo il punto relativo alla produzione, è possibile esaminare le diverse fasi del ciclo produttivo:

Lavorazione dei materiali: Taglio e formatura: i materiali come l'acciaio e l'alluminio vengono tagliati e formati nelle dimensioni e forme necessarie per i vari tipi di segnali stradali. Questo può includere operazioni come il taglio laser, la ...

3.3 La gestione della segnaletica stradale

Secondo l'articolo ** del Codice della Strada, l'apposizione e la manutenzione della segnaletica spetta: 

agli enti proprietari delle strade, fuori dei centri abitati; ai comuni, nei centri abitati, compresi i segnali di inizio e fine del centro abitato, anche se collocati su strade non comunali; al comune, sulle strade private aperte all'uso ...

4 Analisi dell'offerta

4.1 Tipologia dell'offerta

In Italia, la segnaletica stradale è suddivisa in diverse categorie, ciascuna con specifiche funzioni e impieghi:

Segnali Stradali Verticali: questi segnali sono generalmente suddivisi in tre categorie principali: Segnali di Pericolo: di forma solitamente triangolare, segnalano potenziali pericoli. Segnali di Prescrizione: questi sono suddivisi ulteriormente in: Segnali relativi a precedenze, che possono ...

4.2 I prezzi

Di seguito vengono riportati i prezzi per alcune tipologie di segnaletica stradale verticale. 

(***)

4.3 Nuove tendenze dell'offerta

La Smart Road è una nuova concezione di strada che punta a consentire comunicazione e interconnessione tra i veicoli che la percorrono. Le smart road puntano a fornire: servizi di deviazione dei flussi di traffico nel caso di incidenti; suggerimenti di  traiettorie alternative; interventi sulle velocità per evitare situazioni di traffico; gestione ...

5 Regolamento

5.1 La legislazione

La segnaletica stradale, come molti altri comparti, è regolamentata da diverse leggi e normative sia a livello nazionale che europeo. Queste leggi si occupano di garantire la qualità, la sicurezza e la correttezza nell'installazione e nella gestione. Alcune delle principali leggi e regolamentazioni per la segnaletica stradale in Italia sono:

Regolamento UE ...

6 Posizionamento degli attori

6.1 Segmentazione

  • SEA - Segnaletica Stradale s.p.a
  • Sisas s.p.a
  • La Semaforica s.r.l
  • Si.Se s.p.a
  • Gubela s.p.a
  • Sis.Tg Segnaletica s.r.l
  • Prealux s.p.a
  • Progetto Segnaletica s.r.l
  • Sait s.p.a
  • In.Si.Co s.r.l

Tutti i nostri studi sono disponibili online e in PDF

Ti invitiamo a consultare un esempio del nostro lavoro di studio su altri mercato!

Una domanda su questo studio ?   +39 380 247 7810

Aziende citate in questo studio

Questo studio contiene un panorama completo di società di mercato con le ultime cifre e le notizie di ogni azienda :

SEA - Segnaletica Stradale s.p.a
Sisas s.p.a
La Semaforica s.r.l
Si.Se s.p.a
Gubela s.p.a
Sis.Tg Segnaletica s.r.l
Prealux s.p.a
Progetto Segnaletica s.r.l
Sait s.p.a
In.Si.Co s.r.l

Perché Scegliere Questo Studio :

Accedi a più di 35 ore di lavoro

I nostri studi sono il risultato di oltre 35 ore di ricerca e analisi. L'uso dei nostri studi ti consente di dedicare più tempo e aggiungere valore ai tuoi progetti.

Approfitta di 6 anni di esperienza e oltre 1.500 studi settoriali già prodotti

La nostra competenza ci consente di produrre studi completi in tutti i settori, inclusi i mercati di nicchia o emergenti.

Il nostro know-how e la nostra metodologia ci consentono di produrre studi con un valore unico di denaro

Accedi a diverse migliaia di articoli e dati a pagamento

BusinessCoot ha accesso all'intera stampa economica a pagamento e ai database esclusivi per svolgere studi di mercato (+ 30.000 articoli privati e fonti).

Al fine di arricchire i nostri studi, i nostri analisti utilizzano anche indicatori Web (semrush, tendenze, ecc.) Per identificare le tendenze in un mercato e strategie aziendali. (Consulta le nostre fonti a pagamento)

Supporto garantito dopo l'acquisto

Una squadra dedicata al servizio post-vendita, per garantirti un alto livello di soddisfazione. +39 380 247 7810

Un formato digitale progettato per i nostri utenti

Accedi a un PDF ma anche una versione digitale per i nostri clienti. Questa versione consente di accedere a fonti, dati in formato Excel e grafica. Il contenuto dello studio può quindi essere facilmente recuperato e adattato per i tuoi supporti.

Le nostre offerte :

il mercato della segnaletica | Italia

89 €
  • Quali sono i dati relativi alle dimensioni e alla crescita del mercato?
  • Cosa sta influenzando l'andamento e l'evoluzione del mercato?
  • Qual'è il posizionamento degli attori di mercato?
  • Segmentazione e profilo delle aziende operanti nel mercato
  • Dati e numeri da una molteplicità di fonti

Pacchetto di 5 studi (-15%) IT Italia

75.6 € / studi
378 € Invece di 445 € -15%
  • 5 rapporti a 75,6 € IVA esclusa per studio da scegliere dal nostro catalogo italiano per 12 mesi
  • Risparmiare il 15% sugli studi aggiuntivi acquistati
  • Scegliere il rimborso del credito non utilizzato al termine dei 12 mesi (durata del pacchetto).

Consulta i termini e le condizioni del pack e del rimborso del credito non utilizzato.

Aggiunte e aggiornamenti

Riferimenti dei nostri clienti

Hanno consultato i nostri studi Scopri le opinioni (+500)

Malcolm Vincent
Linkedin logo

Malcolm Vincent

Astoria Finance

Gregoire de Castelnau
Linkedin logo

Gregoire de Castelnau

Stags Participations

Timothé Huignard
Linkedin logo

Timothé Huignard

PWC

Paul-Alexis Kebabtchieff
Linkedin logo

Paul-Alexis Kebabtchieff

BCG

Aymeric Granet
Linkedin logo

Aymeric Granet

Publicis Consultant

Interviste e clienti CAS Tutte le interviste e i casi dei clienti (45)

La pépite Interview

BFM Business

Paul-Alexis Kebabtchieff

Boston Consulting Group

Marie Guibart

Kea Partners

Elaine, Durand

Crédit Agricole, Information & Veille

Philippe Dilasser

Initiative & Finance

Anne Baudry

Metro

Amaury Wernert

Kroll (Duff & Phelps)

Smart Leaders Interview

B-Smart

Hai delle domande?
Il nostro team è a tua disposizione a   +39 380 247 7810